Search
 

NEWS & MEDIA

LuisaViaRoma

“Un giardino del piacere, dove stare e lasciarsi accarezzare dagli uccelli del paradiso. Un eden della libido con piume, frange e movimenti lenti ed erotici per donne che amano divertirsi col proprio corpo. Per omaggiare la nuova collezione di Attico con le sue attraenti ‘donne uccello’ tutte piume e lustrini, LuisaViaRoma vi accoglie in un giardino intimo dalle note calde, seducenti ed ironiche.”

In occasione della settimana del Pitti95 gli spazi del noto store fiorentino, LuisaViaRoma, hanno ospitato Eden the pleasure garden. Un allestimento etereo e idilliaco progettato dalla giovane designer italiana Sara Ricciardi fino al 31 maggio 2019.
Gli interni, disegnati da Sara, raccontano di un giardino popolato da macchine ornate da piume di pavone, struzzo e fagiano. La maestosità delle piume esalta il movimento continuo di questi oggetti di design che trasformano la boutique di lusso in un vero e proprio paradiso etereo. L’occhio divino simboleggiato da quattro meccanismi rotanti con piume di pavone si ergono in un potente gioco simmetrico che conferisce pace ed equilibrio dei sensi.
Arredi esclusivi realizzati in collaborazioni con le più grandi realtà fiorentine, una fontana che versa acqua rosata, simbolo di vita e fecondità in omaggio al “Giardino delle delizie” di Bosch e i preziosi tessuti moiré forniti dell’Antico Setificio Fiorentino.
Colori densi e atmosfere ipnotiche. Odori di menta e di giardino in fiore realizzate appositamente dall’azienda artigianale di lusso Dr. Vranjes danno il tocco erotico finale. Questo universo di piume, palme, pavoni e laghi d’acqua turchina celebrano la Capsule Collection del brand THE ATTICO creata in esclusiva per LuisaViaRoma.

“L’Eden in questo caso rappresenta questo piacere di ritornare calmi: gli abiti sono nascosi nelle nicchie, i movimenti ipnotici delle mie lente macchine piumate catturano gli occhi, il suono della nouvelle vague francese e dello scorrere dell’acqua fanno sì che nasca questa mia interpretazione di un Eden femmineo e ironico, mielato ma anche divertente.”

NEPHILIM

Inedito progetto artistico firmato dal compositore internazionale Yuval Avital per il Museo Marino Marini di Firenze in collaborazione con Artex e Associazione OMA.

Una moltitudine di maschere create dalle mani di 24 artigiani, un coro creato dalla mente dell’artista Yuval Avital. Volti icono-sonori in cui antico e contemporaneo coincidono. Si tratta di opere composte da materie che attingono al repertorio delle lavorazioni artigianali più tradizionali del territorio. Bocche che emettono un suono arcaico che richiama un canto mantrico. Ogni struttura è composta da una maschera sorretta da una base metallica all’interno della quale è collocato un dispositivo acustico dal quale vengono emessi i suoni.

Le installazioni si articolano nello spazio creando un coro di voci e suoni. L’effetto è volutamente estraniante: il connubio tra le maschere oniriche e il suono lavorato in studio avvolgono lo spettatore in uno “spettacolo” perturbante.

 

LE MASCHERE

La composizione delle tre maschere è stata realizzata utilizzando tutti gli elementi più caratteristici di una piuma. La morbidezza del movimento, la potenza del colore e la forza della struttura. Ogni singolo elemento delle piume ha in sé tutto il potere di trasmettere il significato dell’incontro tra Yuval e Duccio, il loro dialogo e l’unione delle loro sensazioni. Un’esperienza in grado di far volare la mente al di sopra di ogni schema.

HOMO FABER
Stay tuned - work in progress!
HOMO FABER